via Petrarca 25/A
50059 Sovigliana - Vinci (FI)
Tel. Fax 0571 901361
skip to the main content area of this page
Il fotovoltaico

Tariffe incentivanti


Gli impianti fotovoltaici che possono essere realizzati sono stati suddivisi in differenti classi di potenza alle quali vengono riconosciute, per venti anni, le tariffe incentivanti riportate nella seguente tabella:

Tariffe incentivanti del FV per 20 anni

Potenza in KWp Impianto non integrato Impianto parzialmente integrato Impianto con integrazione architettonica
da 1 a 3 0,40 0,44 0,49
da 3 a 20 0,38 0,42 0,46
oltre 20 0,36 0,40 0,44


Per gli impianti connessi in regime di scambio sul posto riconosciuta una maggiorazione delle tariffe incentivanti qualora si dimostri che si è realizzato un intervento atto a conseguire un miglioramento de fabbisogno energetico dell'edificio su cui si è installato l'impianto.

La maggioranza è valorizzata nel 50% della percentuale di miglioramento ottenuto, con un massimo del 30% di maggioranza dell'incentivo standard.

Per i soli impianti operanti in regime di Scambio sul posto è prevista un maggioranza del 5% delle tariffe incentivanti nei seguenti casi:

  • Scuole pubbliche o strutture sanitarie pubbliche
  • Integrazione architettonica con situazioni di coperture esistenti in eternit
  • Soggetti pubblici di comuni con popolazione residente inferiore ai 5000 abitanti

Il tetto di potenza incentivante sulla base del nuovo decreto Conto Energia è di 1200 MW, ma il decreto stesso prevede la possibilità di innalzamento del limite quando esso venga raggiunto.

L'obiettivo nazionale di potenza installata entro il 2016 è elevato a 300 MW.

Al vantaggio delle tariffe incentivanti sulla energia prodotta si aggiunge la riduzione della bolletta, se utilizzata per i propri consumi, oppure il ricavo derivante dalla sua vendita.